outlander diana gabaldon

TITOLO: Outlander – La straniera

AUTORE: Diana Gabaldon

CASA EDITRICE: Corbaccio

PAGINE: 838

PREZZO DI COPERTINA: 16,60 €

TRAMA:

L’anno è il 1945. Claire Randall, un’infermiera militare, si riunisce al marito alla fine della guerra in una sorta di seconda luna di miele nelle Highlands scozzesi. Durante una passeggiata, la giovane donna attraversa uno dei cerchi di pietre antiche che si trovano da quelle parti. All’improvviso si trova proiettata indietro nel tempo, di colpo straniera in una Scozia dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra i clan… nell’anno del Signore 1743. Catapultata nel passato da forze che non capisce, Claire viene coinvolta in intrighi e pericoli che mettono a rischio la sua stessa vita e il suo cuore. L’incontro con il giovane affascinante James Fraser la costringe a una scelta radicale tra due uomini e due vite, in epoche cosi diverse tra loro.

RECENSIONE:

Outlander è il primo romanzo di una lunga serie, formata nella sua versione originaria da otto libri, che in Italia sono stati divisi, ognuno in due parti, ad eccezione del primo. Si tratta di un libro di cui sono venuta a conoscenza casualmente, solo in seguito alla visione dell’omonima serie tv. Mai scoperta fu più apprezzata, è un libro bellissimo, che ho letteralmente divorato e che è entrato a far parte dei miei libri preferiti. Viene qualificato come un fantasy, ma almeno in questo primo libro, gli elementi fantasy sono piuttosto limitati. Ritengo sia sicuramente prevalente il rapporto che si viene a creare tra la protagonista, Claire, e il giovane Jamie. Sono entrambi due personaggi molto ben costruiti, entrambi dotati di un loro fascino. Claire è, chiaramente, una donna dei suoi tempi: un’infermiera militare che grazie al suo lavoro ha avuto modo di vedere tante cose, che hanno contribuito a formare il suo carattere forte e indipendente. Jamie, dal canto suo, è anch’egli un uomo del suo tempo. Le sue idee sono molto diverse da quelle di Claire, ma fin da subito si presenta con una spiccata intelligenza, una grande cultura e una mentalità aperta. Tutto questo, insieme ai suoi modi da vero gentiluomo, lentamente ma inesorabilmente, affascinano Claire, che si trova dunque costretta ad una scelta radicale, tra due uomini tanto diversi tra loro, quanto lo sono le due epoche tra cui deve scegliere. Altro pregio indiscutibile del libro è dato dall’ambientazione, una Scozia selvaggia e bellissima, dove ancora tutto è retto dai clan. Le descrizioni sono talmente affascinanti da aver fatto nascere in me il sogno di visitare un giorno questa terra, nel modo più capillare possibile.

La storia è raccontata in prima persona da Claire. La narrazione ha un ritmo travolgente ed è sicuramente un libro ricco di forti emozioni, soprattutto nella parte finale, in una sorta di climax.

VOTO

10/10

CITAZIONE PREFERITA:

Tu sei Sangue del mio Sangue, e Ossa delle mie Ossa.

Ti dono il mio Corpo, cosi saremo una sola Cosa.

Ti dono il mio Spirito, finchè l’Anima nostra non sarà resa.

 

Comments are closed.